Project Management, Start-up aziendale, Formazione, Finanziamenti europei, Gare e Appalti

Bandi

Pon Reti e Mobilità 2007/2013

Chi può partecipare?
I soggetti beneficiari sono le imprese operanti nel settore della logistica organizzate in raggruppamenti, costituiti o da costituire, con svariate forme: ATI, ATS, Consorzi, Filiere, Distretti e Reti di Impresa.

Ammontare del finanziamento
Il PON Reti e Mobilità mette a disposizione per la Linea di Intervento I.4.1 complessivi 20 M€.

Cosa viene finanziato?
Il Programma Operativo mira a rendere le vie di comunicazione più semplici, veloci e sostenibili, migliorando i collegamenti tra i mercati del Nord Europa e del Mediterraneo, l’Africa e l’Asia. Pertanto interviene con l’obiettivo di dotare le imprese di infrastrutture e servizi per la logistica e il trasporto delle merci, promuovendo, al tempo stesso, lo sviluppo economico e la competitività dei territori coinvolti (Campania, Puglia, Calabria e Sicilia) e di tutta l’Italia. Il Programma finanzia:
Investimenti materiali e immateriali (almeno il 70% del costo totale ammissibile), ovvero spese che riguardano il suolo aziendale e sue sistemazioni, opere murarie e assimilate, infrastrutture specifiche aziendali, macchinari, impianti ed attrezzature varie, programmi informatici, brevetti, licenze, know-how e conoscenze tecniche non brevettate concernenti nuove tecnologie di prodotti e processi produttivi, tecnologie ICT/ITS.
Acquisizione di servizi, ovvero servizi di consulenza e servizi equivalenti e oneri notarili, anche finalizzati alla costituzione dell’aggregazione di imprese (fino a un massimo del 20% del costo totale ammissibile);
Spese di formazione (fino a un massimo del 5% del costo totale ammissibile), e di conseguenza costi del personale docente, spese di trasferta del personale docente e dei destinatari della formazione, materiali e forniture attinenti al progetto di formazione, servizi di consulenza sull’iniziativa di formazione, costi di personale e spese generali indirette.
Consulenza e Assistenza Tecnica (fino a un massimo del 3% del costo totale ammissibile), in particolare, servizi di consulenza e supporto tecnico e accompagnamento per la gestione, attuazione, monitoraggio, controlli e valutazione del progetto.

Quanto viene finanziato?
Il contributo concedibile per gli investimenti previsti da ciascun progetto deve essere compreso tra un minimo di € 500.000 ed un massimo di € 2.000.000. Il contributo varia a seconda della tipologia di intervento e della composizione del raggruppamento attestandosi, in linea generale, a circa il 35% del costo totale dell’investimento (il restante 65% deve essere costituito da capitale privato). Si delineano, pertanto, interventi il cui costo totale oscilla tra 1,4 M€ e 5,6 M€.

Scadenza per la presentazione delle domande
Gli investimenti relativi ai progetti ammessi a finanziamento devono essere realizzati entro la data di ammissibilità generale della spesa del Programma (attualmente fissata al 31 dicembre 2015) e nel termine massimo di 24 mesi a partire dalla data di avvio del progetto.

Le domande devono pervenire  entro e non oltre le ore 18.00 del 30 aprile 2013.

 

Per saperne di più
E’ possibile contattarci cliccando qui.